Andate alla scoperta della Montagna dell’Alto Adige e delle sue bellezze. In particolare Vi consigliamo le seguenti visite ed escursioni.

La Val d’Ultimo - geniunità e tradizione
La Val d’Ultimo, una valle legata alle tradizioni e rimasta invariata nella sua bellezza primitiva. FateVi stupire dai larici millenari oppure affascinare dagli orti e dai giardini nel maso di erbe Wegleit, dove Traudl Schwienbacher Vi svelerá i segreti delle antiche pratiche e delle ricette della medicina naturale. Tutto sul legno lo potrete apprendere visitando l’antica segheria “Lahnersäge” ubicata nel Parco Nazionale dello Stelvio. Invece il museo etnografo con la sua stube contadina, la sua cucina a fuoco aperto e i numerosi arnesi da lavoro di un tempo offre una valida panoramica della cultura contadina e del suo artigianato.

La Val Venosta e il lago di Resia
La val Venosta è una valle suggestiva e particolare caratterizzata dal campanile che spunta solitario dalle acque del lago di Resia. E’ consigliata anche la visita di Glorenza, cittá medioevale tra le piú piccole dell’arco alpino, dell’abbazia di Monte Maria, di Castel Coira, che raccoglie la piú grande armeria privata europea, dell’antichissimo monastero femminile di San Giovanni Battista, che dal 1983 è incluso nella lista dei patrimoni dell’umanitá dell’Unesco per via dello straordinario ciclo di affreschi di epoca carolingia e delle sculture romaniche e della cava del marmo bianco di Lasa. Mentre l’albicocca della val Venosta è una delle tante chicche culinarie.

Il lago di Caldaro e il lago di Garda
Il lago di Caldaro a Caldaro è il lago piú caldi delle Alpi. da lui prende il nome anche il noto vino “Kalterersee Auslese”. Oltre a nuotare il lago è adatto anche per chi pratica surf e nel paese di Caldaro si trova il museo provinciale del vino.
Piú a sud, piú grande e notevolmente piú conosciuto è il lago di Garda, assolutamente da visitare!

Il museo di Ötzi
Tra gli alto atesini piú conosciuti figura Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio, la quale mummia di 5000 anni fu trovata sullo Hauslabjoch presso il confine italo-austriaco ed è ora esposta nel museo archeologico dell’Alto Adige. Oltre alla mummia del Similaun il museo custodisce importanti raccolte dell’area dell’Alto Adige. L’esposizione parte dal Paleolitico e termina con l’epoca carolingia dell’alto Medioevo. Modelli, ricostruzioni, immagini stetoscopiche, video e stazioni multimediali interattive permettono uno sguardo al passato del verante meridionale della catena alpina.

I giardini botanici di Castel Trauttmansdorff
Sui pendii baciati dal sole che sovrastano la cittá di Merano, dove un tempo l’imperatrice Sissi usava passeggiare, si trovano i giardini botanici di Castel Trauttmansdorff con 4 aree tematiche – i giardini del sole, i boschi del mondo, i giardini acquatici e terrazzati e i paesaggi dell’Alto Adige. Nel 2005 i giardini di Castel Trauttmansdorff entrarono a far parte dei giardini piú belli d’Italia e nel 2006 conquistarono il 6. posto tra i giardini piú belli d’Europa. Dal 2003 le sale magnificamente ristrutturate ospitano il “Turiseum”, il museo provinciale del turismo, che racconta l’avvincente storia del turismo di Merano e dell’Alto Adige.

La passeggiata Tappeiner a Merano
La passeggiata Tappeiner, una tra le piú belle d’Europa, è un percorso pedonale lungo circa 6km che con la sua ricca vegetazione sia alpina che mediterranea offre meravigliose vedute sulla cittá di Merano e tutto il Burgraviato.

Manieri e castelli dell’Alto Adige

  • CASTEL SCENA
    Tramite un ponte levatoio si raggiunge l’entrata del castello e oltrepassando le segrete si accede al cortile interno. Una scalinata all’aperto conduce alle sale del castello, le quali, eccetto quelle ad uso privato dei conti Spiegelfeld, possono essere visitate. Castel Scena, ottimamente visibile dal FINKENNEST, racchiude una preziosa collezione di armi di sei secoli e la piú grande collezione privata dedicata ad Andreas Hofer.

  • CASTEL TIROLO
    Per gli amanti di castelli e manieri anch’esso assolutamente da visitare! Il castello documenta la storia del Tirolo e ospita il museo storico-culturale della provincia di Bolzano. Inoltre, nei pressi del castello, si trova il Centro di Recupero Avifauna, dove ammirare aquile e atri rapaci.

  • CASTEL COIRA
    Castel Coira ospita fra le sue mura la piú grande armeria privata a livello europeo.

  • CASTEL JUVAL
    Castel Juval, castello medioevale all’imbocco della val Senales nella Val Venosta, è la residenza di Reinhold Messner e contemporaneamente museo, vigneto, maso contadino con agricoltura biologica, frasca e trattoria. Il museo ospitato all’interno e che Messner ha voluto dedicare al “mito” della montagna è parte integrante del grande progetto denominato “Messner Mountain Museum”. Ii castello custodisce una raccolta di dipinti delle grandi montagne sacre, una preziosa collezione di cimeli tibetani e di maschere provenienti da cinque continenti.

I musei di Reinhold Messner

Reinhold Messner, uno dei rappresentanti di spicco dell’Alto Adige e, oltre ad Ötzi, tra i piú conosciuti. L’ex alpinista estremo negli ultimi anni ha dato vita a cinque musei. I suoi musei vogliono essere punto di incontro con la montagna, con l’umanitá e anche un confronto con se stesso. Il cuore di questo circuito museale trova spazio tra le antiche mura di castel Firmiano, un’altra visita d’obbligo nel Vostro itinerario di gite ed escursioni in Alto Adige.